Centronauticosmare.it non è più disponibile qui. Per favore prova centronauticomare.it invece.

Come imparare a navigare

Rispetto ad altre nazioni del mondo dove lo scenario è quello di un Far West, l'Italia ha regole molto precise per quanto riguarda la possibilità di navigare.

Se questa differenza può sembrare restrittiva per alcuni, per la maggior parte del pubblico "natante" e non si tratta di una misura fondamentale: perché garantisce che a guidare imbarcazioni (piccole o grandi) ci siano solo persone competenti e legalmente autorizzate. In altre parole, solo chi ha ottenuto una regolare patente.

Eppure, da amanti del mare, esperti di navigazione e appassionati di nautica, la considerazione degli autori di questo sito è che esiste ancora tanta approssimazione in acqua.
Per esempio, quanti giovani portano le famose (e potenti) moto d'acqua senza avere alcun titolo per farlo? Ebbene sì: servirebbe il "patentino".

"Tutti marinai col mare calmo": è ora di cambiare musica!

È per questo che abbiamo deciso di inaugurare questo sito: l'intenzione è quella di educare, sfatando alcuni falsi miti, elencando informazioni utili e anche "trucchetti" per andare in mare in maniera corretta e, soprattutto, legale.

Si partirà proprio dai fondamentali, rispondendo alla domanda: chi ha bisogno della patente nautica?

Dovrà dotarsi di questo documento, che si ottiene superando un esame teorico e uno pratico, chi:

  • vuole condurre un tipo di imbarcazione qualsiasi oltre le 12 miglia dalla costa;
  • vuole condurre un'imbarcazione con motore di potenza superiore ai 30 kW (indipendentemente dalla distanza dalla costa);
  • vuole condurre un'imbarcazione per sci nautico oppure moto d'acqua;
  • vuole condurre un'imbarcazione con motore entrobordo o fuoribordo superiore a 750 centimetri cubici. In questo caso vanno considerati, situazione per situazione, i tempi del singolo motore.

Insomma, non è più ora di improvvisare: seguiteci e scoprirete che l'educazione nautica può essere affascinante!